Il peso dei legami forti.

Mi sono laureto in Antropologia culturale, etnologia ed etnolinguistica all’università Ca’ Foscari Venezia il 12/11/2010 con una tesi sui legami sociali. Di seguito inserisco titolo, abstract e testo completo (pdf). La tesi ha ricevuto il premio Domenico Sartor da parte di Cisl Treviso il 10/12/2010 (maggiori informazioni dal sito della Cisl Treviso e i miei appunti personali sul premio).

Titolo:

Il peso dei legami forti

Gli operai tessili di Follina di fronte alla crisi del 1982

Abstract:

Attraverso interviste ad ex operai di uno stabilimento tessile chiuso nel 1982, si è cercato di ricostruire il ruolo di famiglie e reti di sostegno nel produrre sicurezza sociale e contrastare la crisi economica.
Al centro del dibattito sulla risoluzione della crisi del welfare state nei paesi occidentali si trova la considerazione che la famiglia rappresenti un fornitore di servizi sociali e che le reti di sostegno siano in grado di costituire efficaci ammortizzatori sociali.
Il presente lavoro, riconnettendosi ad una bibliografia di network analysis, suggerisce che la familiarizzazione delle reti sociali, cioè l’appoggiarsi sempre più ai legami forti, presenti un comportamento a soglia. Una discreta presenza di legami forti aumenta le caratteristiche di fiducia delle relazioni, anche economiche; una presenza eccessiva riduce le capacità di adattamento alle variazioni dell’ambiente socio-economico.
La ristrutturazione del welfare si trova a dover fare i conti con il “peso dei legami forti”.

Ho convertito il documento completo in formato libro di più facile lettura ed è disponibile per la lettura e il download nei seguenti formati:

English title:

The weight of strong ties

Textile workers of Follina facing the 1982 crisis.

English abstract:

Interviews with workers of a north-east Italian textile plant closed in 1982 are analyzed in order to understand the role of families and support networks in producing social security and in counteracting the economic crisis.
At the heart of the debate on the resolution of the welfare state crisis in Western countries there is the belief that the family is a provider of social services and that support network are able to provide effective social safety nets, social cushions.
Relying on a network analysis bibliography, this work suggests that the familiarization of social networks, that is the increasingly dependence on strong ties, shows a threshold behavior. A discreet presence of strong ties increases positive trust-related features of relations, including economic relations. An excessive presence reduces the ability to adapt to changes in socio-economic environment.
The restructuring of welfare has to face the ambivalent weight of strong ties.

Advertisements

About miromarchi

PhD in Anthropology, consultant at GraphAware. Interested in graphs, ethnography, anthropology, network analysis, graph databases, network visualization, complexity, cooperation, collective action, emergence of self-organization, commons, sustainability, open source, communities of practice.
This entry was posted in Publications, social network analysis and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s